La Notte della Rete

La notte della rete 5-7-2011

[un sentito ringraziamento a metilparaben]

Segui in diretta streaming la manifestazione contro la delibera dell’AgCom che vuole, di fatto, farci tacere tutti… [update ore 21.30: diretta terminata, disponibile la registrazione dell’evento, clicca qui]

Grazie alle quasi 5000 persone (dato medio di connessioni in contemporanea) che hanno seguito l’evento in streaming, partecipando – anche se non fisicamente e materialmente – alla diffusione attiva dei contenuti e degli argomenti trattati durante il dibattito. Grazie anche a quegli 11 che tutto ciò lo hanno fatto dal mio blog.
Vi ricordo che gli hashtags su twitter sono #notterete e #nottedellarete, ed è molto importante continuare ad alimentare l’hype!

Di seguito un mio post “in divenire” sull’argomento.

L’approvazione del testo della delibera 668/2010 dell’AgCom* è ormai imminente: meno di 24 ore e poi… Già, e poi?
Il modus operandi del governo e dei suoi accoliti – l’AgCom è sostanzialmente un’emanazione governativa, a nomina politica, per l’appunto – ci ha abituati a boutade normative di ogni genere (è di oggi la notizia di commi “salva-Fininvest” contenuti nella Finanziaria; UPDATE: imbarazzanti sviluppi della vicenda qui; UPDATE 2: qui e qui).
La pretesa assurda di voler regolamentare e legiferare su ambiti di cui si possiede scarsa o nulla conoscenza è uno dei tratti salienti delle menti illuminate che hanno contribuito all’affermarsi della telecrazia degli ultimi vent’anni.
Ma è proprio nel voler considerare internet alla stregua dei mass-media tradizionali che risiedono al contempo la miopia e la debolezza intrinseche di questo tipo di norme. La normativa sul diritto d’autore appariva già ampiamente inadeguata nelle sue applicazioni tradizionali, per le quali era stata espressamente concepita, figurarsi oggi. Il voler semplicemente estendere la giurisdizione di queste norme è una mossa priva di ogni senso; ricalca, però, una concezione di mass media molto precisa. Unidirezionale, a senso unico: c’è chi trasmette, e chi riceve.
Beh, che si sveglino: le cose non stanno più così da un pezzo!

[post in divenire: per il resto, rimanete sintonizzati!]

*Cosa prevede la delibera [Tratto dalla sintesi di www.valigiablu.itSecondo la delibera AGCOM, se il titolare dei diritti di un contenuto audiovisivo dovesse riscontrare una violazione di copyright su un qualunque sito (senza distinzione tra portali, banche dati, siti privati, blog, a scopo di lucro o meno) può chiederne la rimozione al gestore. Che, «se la richiesta apparisse fondata», avrebbe 48 ore di tempo dalla ricezione per adempiere. CINQUE GIORNI PER IL CONTRADDITTORIO. Se ciò non dovesse avvenire, il richiedente potrebbe, secondo la delibera ancora in bozza, rivolgersi all’Authority che «effettuerebbe una breve verifica in contraddittorio con le parti da concludere entro cinque giorni», comunicandone l’avvio al gestore del sito o del servizio di hosting. E in caso di esito negativo, l’Agcom potrebbe disporre la rimozione dei contenuti. Per i siti esteri, «in casi estremi e previo contraddittorio», è prevista «l’inibizione del nome del sito web», prosegue l’allegato B della delibera, «ovvero dell’indirizzo Ip, analogamente a quanto già avviene per i casi di offerta, attraverso la rete telematica, di giochi, lotterie, scommesse o concorsi in assenza di autorizzazione, o ancora per i casi di pedopornografia».

Advertisements

Tags: , , , , , , , , , ,

One Response to “La Notte della Rete”

  1. Manuela Petraglia Says:

    non mi deludi mai!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s


%d bloggers like this: